Architects Against Housing Alienation (AAHA) Alternative Forms of Collective Living / Queering the Future

design
talk
WE WILL DESIGN

Alternative Forms of Collective Living / Queering the Future è una discussione aperta tra pensator canadesi e milanesi sui modelli abitativi che incoraggiano la solidarietà, l'anti-gerarchia e lo scambio reciproco.

CON

Sara Stevens, storica dell’architettura e dell’urbanistica e professore associato presso la University of British Columbia di Vancouver.

Matthew Soules, professore associato presso la University of British Columbia e fondatore di Matthew Soules Architecture.

Dr. Alex Wilson, studiosa Two-Spirit della nazione Opaskwayak Cree. È docente presso l’Università di Saskatchewan.

 

E

Salem Tesfaye, Rappresentante di SMS – Spazio di Mutuo Soccorso, un progetto di mutuo soccorso situato in 3 edifici occupati abusivamente nella città di Milano. Questa esperienza è nata nel 2013 grazie a un comitato per i diritti della città che lotta contro gli sfratti e la gentrificazione. In questo luogo, SMS, sono presenti diversi progetti: una palestra, un mercatino dello scambio che combatte il fast fashion e promuove il riciclo e il riuso, un’università con diverse materie e una scuola di lingue, un collettivo d’acquisto che mette in contatto i clienti con i contadini, un gruppo di gioco per bambini, una riparazione di biciclette e molto altro. SMS è una comunità resistente in cui abitanti e volontari cooperano per costruire la possibilità di fare esperienza, una vita fuori dalle logiche commerciali, in cui lo scambio e le pratiche di solidarietà sono le linee guida per raggiungere autonomia e libertà.

Rossella Asja Lucrezia Ferro, Urbanista e ricercatrice presso il Politecnico di Milano con un background di attivismo nei movimenti sociali e di lotta per la casa. È stata coordinatrice di progetti di educazione non formale e di scambi interculturali per i giovani. Svolge attività di ricerca sociale e progettazione di politiche pubbliche sui temi della casa e dell’abitare in contesti marginali. Si occupa di promozione di politiche culturali e giovanili innovative a base territoriale. Co-fondatrice di Frange Mobili.

Silvia Cafora, architetta, ricercatrice post doc presso il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino. Svolge attività di ricerca principalmente nell’ambito dei modelli abitativi di tipo comunitario e delle fragilità territoriali, con particolare attenzione alle pratiche comunitarie e all’accesso rigenerativo al patrimonio edilizio-abitativo. Si è laureata in architettura sostenibile occupandosi di spazi informali e diritto alla città, presso il Politecnico di Milano e la Escuela de Arquitectura y diseño di Valparaiso in Cile. Ricercatrice presso quest’ultima, studia l’architettura e i processi abitativi radicali della Ciudad Abierta. Visiting lecturer presso Università IUAV, Fondazione Feltrinelli di Milano, Università Federico II Diarc di Napoli, Legambiente, Politecnico di Milano, Biennale di Venezia 2021, ETSAB di Barcellona, Humbold University di Berlino. Consulente scientifico per la Fondazione Feltrinelli di Milano, sui modelli abitativi alternativi.

Bio

Architects Against Housing Alienation (AAHA) è un collettivo formatosi nel 2021 che ha dato vita a Not for Sale!, campagna per porre fine all’alienazione abitativa. Il Comitato organizzativo ha arruolato Collaborator della campagna che hanno contribuito, con i loro talenti e le loro competenze, alla realizzazione della campagna. La campagna è incentrata sul lavoro di dieci gruppi di lavoro, provenienti da tutta la terra ora conosciuta come c\a\n\a\d\a, che hanno creato richieste e proposte. I Membri dei Team includono attivist, architett e sostenitor che portano competenza, esperienza, connessione e compassione alle questioni di giustizia abitativa. Questo sforzo collaborativo mira ad aggiungere slancio, nuove sinergie e un focus condiviso al lavoro in corso e notevole per creare un sistema abitativo radicalmente nuovo. Unisciti alla campagna!

Credits

Questo evento è stato realizzato grazie al contributo dell’Ambasciata del Canada

  • Durata 90'

è una cosa seria?

iscriviti alla newsletter di BASE: troverai tutte le novità su ciò che facciamo, ciò che ci piace e dove vogliamo stare.